2ª Biennale Internazione d'Arte di Palermo

11 - 25 Gennaio 2015

Palermo, Palazzo Sant’Elia

«La Biennale di Palermo è l’unica a cui io ho dato la mia attenzione, dopo quella di Venezia. Il mio compito è di continuare a osservare, di approfondire, di stabilire se alcuni artisti potranno avere qualche certezza per il futuro. Ho ritenuto di esserel’osservatore dei rifugiati dell’arte, accolti nella Biennale di Palermo, nella convinzione che ognuno abbia diritto alla creatività.»
Vittorio Sgarbi


© Vito Sugameli

Dopo il successo del suo debutto nel 2013, con 814 opere esposte e settecento artisti provenienti da cinquanta Paesi del mondo, la Biennale d’Arte Internazionale di Palermo, creata da EA Editore e patrocinata dal Ministero dei Beni culturali e dalla Regione Siciliana, si prepara alla sua seconda edizione del 2015 con moltissime novità, a partire dalle nuove sedi che ospiteranno l’evento. Il percorso espositivo si arricchisce infatti di due prestigiose location, che vanno ad aggiungersi al Loggiato di San Bartolomeo e al Teatro Politeama, già protagonisti della prima edizione: il Complesso Museale Reale Albergo delle Povere, che sarà sede dell’allestimento speciale Biennale di Palermo ArteExpo, e l’esclusivo Palazzo Sant’Elia, punto di riferimento artistico internazionale che ospiterà gli artisti provenienti dall’estero, alcuni maestri italiani (tra i quali Alfredo Cardillo) e la mostra “Mario Sironi illustrazione, pittura, grande decorazione”, curata da Estemio Serri e promossa da EA Editore e da Edizioni Cinquantasei Bologna.

 

Quest’anno, il comitato scientifico, presieduto dal professore Paolo Levi, con la direzione dell’editore Sandro Serradifalco, ha selezionato, tra le oltre 7.000 richieste di partecipazione, quasi 1.000 artisti da tutto il mondo. Ad aprire e chiudere l’edizione 2015 saranno i due critici d’arte Paolo Levi e Vittorio Sgarbi. Il gran finale sarà ospitato dal Teatro Politeama, il 25 gennaio, con la cerimonia di premiazione.